Studio sulle Opere di Giuseppe Verdi (1859)

Nel 1859, rielaborando una serie di articoli apparsi sull’Armonia di Firenze, Abramo Basevi diede alla luce quella che doveva restare l’unica opera analitica dell’Ottocento dedicata alle opere di Verdi (fino all’Aroldo). Il volume, passato all’epoca quasi inosservato, ha acquistato importanza in tempi recenti soprattutto ad opera della musicologia di scuola anglosassone. È diventato il punto di riferimento per tutti quegli studiosi che vogliano esaminare le opere di Verdi alla luce del pensiero dell’epoca.

Descrizione

Basevi, autentico pioniere, non si limitò ad utilizzare la terminologia d’uso corrente, ma cercò di gettare le basi per un approccio analitico di tipi descrittivo il più possibile rigoroso e completo. Ne è scaturito un saggio che, ancora oggi mantiene intatto tutto il suo fascino e permette anche al semplice appassionato di penetrare nel mondo operistico verdiano con il sapore dell’approccio storiografico.   

Informazioni Aggiuntive

AutoreAbramo Basevi
Traduttore
CodiceRE10124
FormatoLibro
Pagine436
Prezzo€ 29,90 (iva assolta)
MarchioRugginenti
YouTube
MediaNo
Estratto PDF

Pagine di esempio

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, uno strumento di protezione di Google che segue le sue policy sulla privacy e termini e condizioni di utilizzo.

Volontè & Co. Srl – P.I. 06181480960 – info@volonte-co.com – Tel. +39 02 45473285